Fiat CR32 "Freccia"

Fiat CR32 "Freccia"

Regular price
€12,00
Sale price
€12,00
Regular price
Sold out
Unit price
per 
Tax included. Shipping calculated at checkout.

Il Fiat CR32, progettato dall'ingegner Celestino Rosatelli, fu il caccia tipo dell'aviazione italiana negli anni Trenta. Era un biplano compatto, robusto e molto manovrabile anche se non eccezionalmente rapido. Per l'epoca in cui entrò in servizio era anche potentemente armato con le sue due mitragliatrici Breda-SAFAT da 12,7, sincronizzate e sparanti attraverso il disco dell'elica. Venne costruito in 1212 esemplari ed ebbe il suo impiego più massiccio nel corso della Guerra civile spagnola, quando circa 400 CR32 furono utilizzati dall'Aviazione legionaria (il ramo aereo del CTV - corpo truppe volontarie) costituita da Mussolini per venire in soccorso dei ribelli nazionalisti guidati dal caudillo Francisco Franco. Altri 120 caccia furono impiegati direttamente dall'aeronautica nazionalista. Il comportamento in battaglia fu molto positivo, visto che a fronte della perdita di 73 apparecchi, i CR32 rivendicarono l'abbattimento di 242 biplani Polikarpov I-15 e 240 monoplani Polikarpov I-16, oltre a 60 bombardieri Tupolev SB-2. Allo scoppio della Seconda guerra mondiale la Regia Aeronautica allineava ancora 294 CR32, ormai disperatamente sorpassati per velocità e armamento rispetto ai caccia britannici. Progressivamente sostituiti dai più moderni (ma altrettanto sorpassati) CR42, terminarono il loro ciclo operativo in Libia come aerei da attacco al suolo, affiancando i pochi Breda Ba65 rimasti.

Il CR32 in scala 1/200 misura 3,7 cm di lunghezza, 4,75 di apertura alare. In ogni confezione della Mussini models ci sono 4 aerei.